Condividi
la 16esima giornata

Palermo: nel primo tempo manca solo il gol. Con il Como finisce 0-0

venerdì 9 Dicembre 2022

Termina a reti inviolate Palermo-Como. Uno 0-0 amaro per gli uomini di Eugenio Corini che, soprattutto nel primo tempo, costruiscono e creano tanto.

Palermo che riesce ad essere sempre più pericoloso ed incisivo dalla sinistra con i cross di Sala, dove sono nati gli spunti migliori. A non brillare particolarmente è Vido. Il numero 19 non riesce a ripagare la fiducia datagli da Corini. Non riesce ad entrare in partita e ad essere di giusto supporto a Brunori.

FORMAZIONI

Palermo in campo con Pigliacelli tra i pali, in difesa Nedelcearu e Bettella, Sala a sinistra e Mateju a destra. Confermato Damiani a centrocampo, dopo l’ottima prestazione a Beneento, con Segre e Gomes. Novità in attacco. Con Di Mariano e Brunori questa volta non gioca Valente, che resta in panchina. Corini questa volta decide di premiare Vido.

Como in campo con il classico 4-3-1-2. Vigorito in porta. Cagnano, Binks, Odenthal e Vignali in difesa. Centrocampo con Da Riva, Bellemo ed Arrigoni. Davanti Cutrone, Cerri e Mancuso.

PRIMO TEMPO

Pronti partenza e via! Il Palermo questa volta parte bene: palleggia, porta avanti palla e si rende più volte pericoloso. Primo grande brivido al decimo minuto da calcio d’angolo, guadagnato dopo un cross in mezzo di Sala per Brunori, deviato dalla difesa. Dalla bandierina va Di Mariano, Sala crossa verso il centro e trova la testa di Segre. Il pallone però si stampa sul palo. Di Mariano ribatte l’angolo e questa volta la doppia occasione è per Brunori. Vigorito esce male e non trattiene. Il numero 9 ci prova ma ci pensa il muro comasco a salvare sulla linea.

Poco dopo è la volta del Como. Mancuso scappa ma Di Mariano riesce a rubare palla prima del faccia a faccia con Pigliacelli. Lombardi ancora pericolosi al 22esimo: Cerri salta Nedelcearu e crossa. Cutrone anticipa Bettella ma la sua deviazione termina fuori.

Il Palermo continua ad essere insidioso dalla sinistra con la Sala. Prima trova Vido che spedisce altro sopra la traversa, poi Segre che centra lo specchio della porta ma Vigorito è bravo a non farsi beffare.

Finale del primo tempo complesso per il Palermo che subisce negli ultimi minuti la pressione del Como. Il primo a provarci è Mancuso, su cross di Cutrone, che al limite dell’aria prova il sinistro a giro. Proprio Cutrone qualche minuto dopo ci prova con un diagonale che sfiora il palo, ma il pallone scorre e si perde sul fondo. L’ultima occasione è di Cerri che però calcia alto e spreca tutto.

SECONDO TEMPO

Secondo tempo più tranquillo, con ritmi più bassi e poche occasioni. Al 52esimo, dopo un calcio d’angolo, Vido controlla e mette in mezzo per Segre che, ancora una volta di testa, anticipa i difensori del Como ma la conclusione è alta. Al 64esimo errore di Gomes che serve Cutrone. Mancuso prova il destro a giro e sfiora il palo.

A questo punto Corini prova a dare nuova linfa alla squadra con un triplo cambio: fuori Segre, Damiani e Vido, dentro dentro Saric, Valente e Broh. Ma non cambia molto. I ritmi non si alzano e le occasioni fioccate nel primo tempo non si ripetono. Al 78esimo però il Palermo prova a farsi sentire. Sempre dalla sinistra e sempre su iniziativa e cross di Sala. Il numero 3 rosanero questa volta serve per Brunori che controlla, calcia in diagonale col mancino ma non trova la porta.

Al 85esimo è il turno di Stulac, che entra al posto di Gomes. Proprio lo sloveno 5 minuti più tardi raccoglie palla sulla trequarti e calcia forte col sinistro. Ma si perde di poco alta sopra la traversa. L’ultima occasione però è per il Como. Pigliacelli nega al subentrato Ioannou la rete del vantaggio.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.