Condividi
L'evento

Palermo, si conclude la XXVIII edizione di “Panormus. La scuola adotta la città”: seicento studenti al Teatro Massimo

giovedì 6 Giugno 2024

Si è conclusa oggi la XXVIII edizione di “Panormus. La scuola adotta la città“, il progetto del Comune di Palermo nato nel 1994 e quest’anno dedicato a Santa Rosalia in occasione del 400º anniversario del ritrovamento delle spoglie. Nel corso della cerimonia, una delegazione di alunni e alunne di 13 istituti a indirizzo musicale ha riconsegnato simbolicamente le chiavi di Palermo al Sindaco Lagalla.

Panormus è un progetto che lega la scuola alla città e che ne valorizza il patrimonio artistico, educando i ragazzi al senso civico attraverso la conoscenza e la protezione del territorio. Ho avuto modo di fare visita ad alcune tappe del progetto, dal centro alla periferia, convincendomi ancora una volta del grande valore etico e sociale che questa attività ha sugli studenti e sulle loro famiglie, grazie anche all’impegno dei docenti che ringrazio, così come gli uffici dell’assessorato all’Istruzione“, ha commentato il sindaco, Roberto Lagalla.

Marco Betta

 

Da tanti anni Panormus porta felicità e giovinezza musicale all’interno del Teatro Massimo. Gli studenti sono gli agenti del rinnovamento della società e per un’istituzione culturale come la nostra è importantissimo, oltre che un onore, dare spazio a questi giovani colleghi”, ha aggiunto Marco Betta, sovrintendente della Fondazione Teatro Massimo.

Durante tre fine settimana di maggio (3-5, 10-12 e 17-19) migliaia di studenti, dai piccolissimi della fascia 0-6 anni ai più grandi delle scuole superiori, hanno adottato 43 siti connessi al culto di Santa Rosalia: chiese, vicoli, musei, oratori, e ancora santuari, quadri, murales ed edicole votive.

Anche questa XXVIII edizione è stata un successo”, ha spiegato Aristide Tamajo, assessore all’Istruzione del Comune di Palermo. “Panormus è più di un semplice progetto: con trent’anni di storia è entrato nel cuore della comunità educativa e scolastica palermitana e oggi è il frutto del lavoro di docenti, alunni, dirigenti e naturalmente dei nostri uffici dell’assessorato Istruzione che ringrazio per avere dato vita a una manifestazione bellissima“.

Panormus è un progetto organizzato interamente dall’Ufficio scuole dell’obbligo e contrasto alla dispersione scolastica del Comune di Palermo, guidato dalla dirigente Maria Giovanna Sparacino. Quest’anno alla realizzazione hanno collaborato la Curia e le diocesi, la Soprintendenza ai beni culturali regione Sicilia, la Fondazione Teatro Massimo, l’assessorato comunale alla Cultura, l’Assessorato regionale Beni Culturali, la Gam, Civita, la Polizia municipale, l’Ufficio comunale mobilità e traffico, la Reset, la Rap, l’Ufficio comunale Ville e giardini, la Questura e la Prefettura.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.