Condividi

Proventi del Teatro Antico: il Comune di Taormina “avverte” la Regione

lunedì 26 Febbraio 2018

Missione a Palermo e faccia a faccia in vista tra la Giunta di Taormina e l’assessorato ai Beni Culturali sui mancati versamenti del 30% dei proventi del biglietto di ingresso al Teatro Antico al Comune di Taormina. L’assessore al Bilancio e al Contenzioso, Salvo Cilona, annuncia una trasferta nella quale o la Regione garantirà il versamento delle somme sinora non corrisposte a partire dal secondo semestre 2014 o verrà avviata un’azione legale nei confronti del Governo regionale.

“Rimane aperta la richiesta da parte nostra che la Regione provveda a saldare un ingente importato sospeso nei confronti del Comune di Taorminaspiega Cilona -. Si tratta di somme che spettano al Comune e che l’assessorato deve corrispondere. Ci confronteremo in modo sereno e amichevole perché siamo di fronte ad un governo “amico” ma speriamo già dalla settimana entrante di avere riscontri dalla Regione su un percorso che riconosca quanto spetta al Comune di Taormina, in particolare sul secondo semestre 2014, l’intero 2015 ed altre mensilità del 2016. In seguito, come si sa, è entrata in vigore la normativa che affida la gestione dei proventi direttamente al Parco di Naxos-Taormina e che, quindi, dà autonomia gestionale agli enti parco ma anche in quel caso dovremo vedere se ci sono margini per ridiscutere i termini.  Taormina non può rimanere estranea ai ricavi del Teatro Antico. Siamo costretti a fare fronte a spese ingenti sulla raccolta rifiuti. Quindi vogliamo le nostre spettanze”.

“E’ chiaro – aggiunge Cilona – che se non ci sarà accordo, dovremo ricorrere ad azioni legali che il Comune non vuole ma che saremo costretti ad avviare, in quanto si tratta di cifre dovute e incassi già previsti nel bilancio del Comune“.

La questione concerne, dunque, i proventi del secondo semestre dell’anno 2014 per un ammontare di 706.117,20 euro. 1.463.352,90 per gennaio-dicembre 2015 (1.434.495,00 del Teatro Antico + 28.857,90 euro di Isola Bella). Da chiarire poi anche la situazione su ulteriori 120.070,50 mila euro del gennaio-marzo 2016 e 585.200,70 euro per aprile-giugno 2016. Il Comune potrebbe arrivare a vantare, insomma, una somma pari a oltre 2 milioni 800 mila euro. Il Teatro Antico di Taormina per l’anno 2014, con la sola vendita dei biglietti di ingresso, a suo tempo ha introitato 3.333.325 di euro e per l’anno 2015 a 4.575,038 di euro. E nel 2017 il Teatro Antico è arrivato a 800.905 visite per  un incasso di 6.196.522 euro.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, arriva il villaggio contadino e “sparisce” il Politeama: è questa la Capitale della Cultura? CLICCA PER IL VIDEO

Ma spieghiamo meglio. Provate a scendere da via Paternostro, angolo via Garzilli: davanti a voi vedrete un muro talmente alto di materiale accatastato, da non riuscire a distinguere più il Politeama

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.