Condividi

Taormina sotto la neve, una bufera così non accadeva dal 1968

domenica 8 Gennaio 2017

Taormina sotto una storica nevicata in uno spettacolo straordinario che non si vedeva da tempo immemore tra monumenti imbiancati e strade lastricate di ghiaccio come in una stazione turistica del Nord Italia. E’ uno scenario del tutto inedito e di raro fascino quello che ha caratterizzato nelle scorse ore la Perla dello Ionio, interessata da una fitta e prolungata bufera di neve che va avanti, senza tregua, dal pomeriggio di venerdì e durata tutta la giornata di sabato. La Città della Centauressa si è risvegliata sabato mattina completamente imbiancata dalla neve tra la suggestione per l’inusuale incanto invernale dei luoghi e i disagi per le strade divenute impraticabili e piene di pericoli per gli automobilisti e per i pedoni. Da un lato si è manifestata la corsa di tante persone al selfie ricordo, ad una foto o un video in grado di immortalare i momenti della nevicata in corso.

Dall’altro si è verificata la difficoltà degli spostamenti poiché le principali arterie di Taormina, come d’altronde ogni angolo della città, è stato interamente sommersa dalla neve. E’ un’ondata senza precedenti di gelo e neve quella che sta interessando la capitale del turismo siciliana, dove le temperature hanno raggiunto i zero gradi. Proprio nell’anno del G7, previsto in primavera (il 26 e 27 maggio), Taormina si regala un altro evento eccezionale che, stando al racconto dei più anziani, non si verificava in questo modo dal lontano 1968.

La più recente nevicata si era verificata nello stesso periodo del 2014 ma in quel caso si era trattato di una breve nevicata durata qualche ora. Stavolta la neve ha imbiancato Taormina per due giorni e la persistenza del fenomeno ha costretto, tra l’altro, il Comune nella tarda mattinata di sabato a disporre un intervento di somma urgenza per liberare almeno in parte le principali strade di ingresso ed uscita del paese. Analogo scenario si registra in queste ore nell’intero versante jonico, anche nelle località di Giardini e Letojanni, sino anche ai centri della Valle dell’Agrò.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.