Condividi
Trentaquattresima edizione

Unime, tornano i “Concerti dell’Ateneo”: dodici eventi nel 2024

lunedì 11 Marzo 2024

L’appuntamento è ormai diventato storico per Unime ed è con questo spirito che anche quest’anno tornano i Concerti dell’Ateneo iniziativa giunta alla sua 34esima edizione.
Il calendario della stagione 2024 prevede dodici appuntamenti, che si svolgeranno nella splendida sede istituzionale dell’Aula Magna dell’Università, tranne il primo che avrà luogo all’Auditorium Polifunzionale di Papardo. Quest’anno, eccezionalmente, per esigenze di cartellone, sono stati programmati due concerti in giorni della settimana diversi rispetto al nostro “consueto” giovedì: si tratta proprio dello spettacolo inaugurale (lunedì 11 marzo, ore 21 Auditorium Polifunzionale di Papardo) e di un “Omaggio al Cinema italiano” che si terrà martedì 19 marzo.

Per gli studenti, in particolare, va sottolineata la grande valenza “didattica” de I Concerti dell’Ateneo, che contribuiscono ad una loro più completa formazione culturale, nel quadro di una sempre più ampia e variegata offerta formativa; ecco perché il Senato accademico, negli anni scorsi, ha deliberato di attribuire crediti formativi a tutti gli studenti frequentanti. Infine, anche l’aspetto “sociale” ha la sua importanza, in quanto i vari concerti serali rappresentano per i giovani delle piacevoli occasioni di incontro e di socializzazione, al di là della “routine” accademica.

Come sempre, la stagione prevede una grande varietà di generi musicali, tale da soddisfare i più svariati gusti ed interessi del pubblico: si andrà dal tango alle colonne sonore del cinema italiano, dallo swing alla musica barocca, dal jazz alle musiche dei film di Walt Disney, dall’opera lirica agli “american songs”.
Gli interpreti sono tutti di livello assoluto, con musicisti che vantano una brillante carriera svolta in giro per il mondo e con la presenza di qualche artista straniero, che rende ancor più prestigioso il cartellone.
Particolare importanza è stata data allo spettacolo inaugurale ed a quello conclusivo: il primo (11 marzo) sarà dedicato al tango, con la partecipazione di due ballerini argentini che ci faranno vivere le travolgenti passioni di questo genere musicale, sempre molto amato dal pubblico; invece, nell’ultimo appuntamento della stagione (30 maggio), avremo il piacere di ospitare il celebre attore e conduttore televisivo Michele Mirabella, che, con la sua garbata ironia, ci guiderà in un fantasioso viaggio da Dante ai giorni nostri, in un divertente spettacolo all’insegna di sorrisi e spensieratezza.
Una citazione a parte merita il concerto del 4 aprile, che rappresenta una vera e propria “chicca”: un’orchestra da camera accompagnerà due magnifici solisti (padre e figlia, rispettivamente fisarmonicista e violinista) nell’esecuzione delle “Otto Stagioni”, ossia le quattro – ben più note – di Antonio Vivaldi e le quattro di Astor Piazzolla, in un insolito accostamento fra musica barocca e tango.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.