Condividi

Mafia, confiscati beni per oltre 500mila euro a una famiglia di Barcellona Pozzo di Gotto

sabato 11 Dicembre 2021

Beni per 500mila euro sono stati sequestrati alla famiglia mafiosa di Barcellona Pozzo di Gotto dai carabinieri del Ros e dai militari della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina che hanno dato esecuzione a un provvedimento di sorveglianza speciale, per cinque e alla confisca di beni a carico di Antonino Calderone, attualmente detenuto.

Il provvedimento trae origine da più indagini condotte dal ROS che hanno interessato la “famiglia mafiosa di Barcellona” e consentito di individuare in Calderone Antonino uno degli elementi di spicco dell’ala militare dell’organizzazione criminale. Numerosi collaboratori di giustizia lo hanno inoltre indicato come autore di numerosi fatti di sangue che si sono registrati nella fascia tirrenica della Provincia di Messina a partire dall’inizio degli anni ’90.

Calderone è stato tratto in arresto, da ultimo, nel 2012 nell’ambito del Procedimento Penale convenzionalmente denominato “Gotha III”. Inoltre, in carcere è stato raggiunto da altri provvedimenti di condanna emessi per gravi fatti di cui è stato riconosciuto responsabile. La confisca ha riguardato 2 immobili commerciali a Barcellona Pozzo di Gotto, 6 immobili costituenti un’unica struttura adibita a stalla, in passato utilizzata come luogo di riunione dei componenti del sodalizio criminale barcellonese, e un’impresa dedita all’allevamento di animali e alla commercializzazione di carni, già posti sotto sequestro nel mese di luglio 2019.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.