Condividi

M5S al Comune: “Orlando vuole bloccare il nuovo piano di spazzamento della RAP, promesso in campagna elettorale”

venerdì 29 Settembre 2017
Leoluca Orlando

“Nell’esprimere apprezzamento per l’ultimo atto dell’ormai ex Presidente della Rap, Roberto Dolce, relativo alla revisione del piano di spazzamento manuale, non possiamo che stigmatizzare la posizione del sindaco Orlando che vorrebbe ripristinare il vecchio sistema”. 

I consiglieri pentastellati al consiglio comunale e alle circoscrizioni, nel valutare positivamente l’azione volta dalla Rap sul versante spazzamento manuale, attaccano il Primo cittadino che, su questa presa di posizione, vorrebbe fare un passo indietro.

“Un nuovo piano per migliorare i servizi di spazzamento, che il M5S richiedeva da anni e che finalmente sembrava avere trovato accoglimento da parte della RAP e da Orlando, soprattutto in campagna elettorale dove aveva espresso l’impegno ad estendere il piano sperimentale non soltanto nella I e nella VIII circoscrizione, ma in tutta la città a garanzia di una maggiore trasparenza dei cittadini”.

“E proprio tale piano sperimentale – continuano i cinquestelle – era partito su proposta nostra, nel febbraio 2016, al Sindaco e la sua estensione a tutta la città era nel nostro programma partecipato per le amministrative 2017″.

“Quindi si è trattato di un vero bluff, in considerazione che abbiamo appreso, invece, dalle parole dell’Assessore Sergio Marino, che il Sindaco sembra intenzionato a ripristinare il vecchio sistema di spazzamento per ambiti in tutto il territorio comunale, non tenendo conto delle verifiche effettuate da Palermo Ambiente, che danno evidenza di un miglioramento dei servizi proprio nelle aree interessate dal piano ad itinerari. Un ritorno, di fatto, al passato di fatto bocciando se stesso e il presidente della RAP da lui stesso nominato, a cui aveva chiesto la revisione del piano”.

I consiglieri comunali e di circoscrizione pentastellati hanno poi sostenuto di aver sempre contestato “il sistema per ambiti per mancanza di trasparenza”. Ribadendo che a loro giudizio “non è mai stata resa pubblica una programmazione in merito alla frequenza e alle giornate di spazzamento, nonché alla suddivisione per ambiti e agli operatori assegnati”.

“I cittadini non sono messi nelle condizioni di conoscere quando è programmata effettivamente la pulizia delle strade e Palermo Ambiente non può così controllare, oggettivamente, l’operato della RAP. In questo modo la città è condannata all’eterna sporcizia, favorendo chi non ha alcuna intenzione di lavorare a discapito dei tanti operatori Rap che ogni giorno, tra mille difficoltà, e senza guida politica e programmazione, portano avanti la gestione dei rifiuti e dell’igiene ambientale di Palermo”.

Infine, i cinquestelle, hanno sostenuto con forza che riproporranno il tema in consiglio comunale, manifestando una posizione politica di critica verso “una maggioranza che non può continuare a tenere in questo stato la città”.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il popolo del Reddito di Cittadinanza in rivolta a Palermo: “Meloni, non siamo parassiti” CLICCA PER IL VIDEO

Numerosi percettori del reddito di cittadinanza si sono riuniti per protestare contro la riforma del governo Meloni

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.