Condividi

Micari: “Se vince Musumeci, con lui Lega e grumi di potere. Cancelleri inadeguato”

venerdì 20 Ottobre 2017
fabrizio micari

“Se vince Musumeci, vincono la Lega di Salvini e una coalizione di centrodestra piena di grumi e vecchi poteri, con liste davvero impresentabili. La Sicilia tornerà nel caos e si metterà una ipoteca importante anche sulle elezioni politiche”. Così il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione siciliana, Fabrizio Micari, parlando al Forum dell’ANSA.

Il centrodestra è una accozzaglia, una armata Brancaleone che Musumeci non controlla. Prima ha detto che non controllava le liste di Forza Italia, poi non controllava le liste di #Diventeràbellissima, dove anche qui ci sono nomi delicati: c’è persino chi va in comizio a Catania a inneggiare alle famiglie mafiose”.

Sull’eventuale vittoria in Sicilia del centrodestra o del M5s per Fabrizio Micari, che comunque è fiducioso in un risultato positivo del centrosinistra, peserà “l’operazione gestita a Roma” che ha fatto naufragare il ‘campo largo’. “Sono stati i vertici romani di Mdp a non volere l’intesa, nonostante i dirigenti locali fossero stati i primi a convergere sul mio nome. È stata una prova di forza quella di Mdp per contarsi – ha aggiunto – Tutto questo è stato fatto sulla pelle dei siciliani, questa prova muscolare ha messo a rischio la possibilità per il centrosinistra di farcela e di conseguenza consegnare la Sicilia a Musumeci o Cancelleri. Perché se teniamo conto dei sondaggi, sommando le percentuali che mi vengono attribuite con quelle che vengono date a Fava il pronostico è vicino a quello di Musumeci e Cancelleri“.

“Un sondaggio che non tiene conto delle liste dei candidati non serve a nulla, se non a drogare il sistema. Questi sondaggi non sono coerenti col meccanismo di voto in Sicilia, legato alle forze locali”.

Poi Micari rivela il retroscena che lo ha portato a candidarsi. Pesa il veto del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando“Dopo che fallì il tentativo di coinvolgere il presidente Piero Grasso, a fine luglio Leoluca Orlando, col quale ho sempre avuto un rapporto eccellente, mi telefonò invitandomi a Villa Niscemi. Mi chiese un consiglio fraterno nella ricerca di un simil-Grasso. Poi mi chiese: ‘Te la sentiresti?’ Dal primo momento ho vissuto questa candidatura come la prosecuzione del lavoro fatto all’Università per il futuro dei giovani, pensando che l’ingresso nella stanza dei bottoni può essere utile”.

E in caso di sconfitta, alla domanda sul suo eventuale impegno in politica, Micari ha risposto: “La mia vita è all’Università”. 

Sul candidato grillino Micari dice che “Cancelleri è di una approssimazione enorme, questo è il pericolo che corre la Sicilia da un’eventuale vittoria del M5s. L’ho constatato in diversi confronti che abbiamo avuto in questa campagna elettorale: plasma a suo piacimento la definizione di Pmi (Piccole e medie imprese), regolata invece da precisi parametri europei, ed è convinto che la Regione può gestire la tempistica dei programmi comunitari: la programmazione 2014-2020, secondo lui, potrebbe partire dal 2018 e arrivare al 2025. Del resto, Cancelleri ha indicato un barista come assessore alle Infrastrutture“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Elena Pagana: “Parco dell’Etna e riserve, ecco cosa stiamo facendo per l’ambiente” CLICCA PER IL VIDEO

Dalle politiche per la fruizione dei parchi alle attività dell’Arpa fino alla pianificazione, ospite di Bar Sicilia è l’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente Elena Pagana

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.